IL MITO DELLA SALA PESI

IL MITO DELLA SALA PESI – PASSATO O PRESENTE ?

il mito della sala pesi , figure del passato, nomi che hanno scritto la storia con Arnold schwarzenegger e interventi dei media. Hanno segnato in maniera incisiva ( positiva o negativa che sia lo scopriremo seguendo questo articolo ) il mondo della Sala Pesi.

Quel’è la prima immagine che ci viene in mente quando chi è accanto a noi nomina la parola: PALESTRA ? Semplice : Un energumeno coperto di muscoli, vene in vista, abbronzati e ricoperti di “olio” … Per di più in pose imbarazzanti da narcisi. Vero può accadere ! ma non è obbligatoriamente l’unico e solo caso. Benessere, salute, tonicità, forza sono gli aspetti che prevalgono questo “mondo” e sono generati da una minima e controllata frequenza di una sala pesi.

coleman

Proprio per i luoghi comuni sopra citati molta della popolazione quando decide di cambiare qualcosa rispetto al proprio corpo, donandogli un pò di attenzione, si ritrova a dover affrontare tanti di quei stimoli ed imput provenienti da televisioni, internet ed amici che spesso e volentieri innescano una concatenazione di agenti stressanti che invitano a far catapultare l’esigenza del benessere fuori dal podio.

Fa il suo esordio qui la Sala Pesi! Senza un orario preciso e stabilito, senza obblighi di frequenza ( per coreografie e simili ) pronta a rispondere a qualsiasi esigenza: Dall’antalgico/Posturale per un buon lavoro del rinforzo della parete addominale e migliorare, tutelando, eventuali problemi alla colonna vertebrale (come ernie e scoliosi ). Ricordiamo che non tutti i movimenti in Sala Pesi sono accompagnati da sovraccarichi, ma si può e si deve lavorare in sicurezza e libertà. La schiena non è l’unico problema. Infiammazioni al ginocchio ( per infortuni e movimenti scorretti ) possono essere trattati con macchinari e movimenti studiati a corpo libero. Superata la fase acuta del dolore, l’allenamento in Sala Pesi non può che migliorare la situazione ” ricordiamo che il miglior antinfiammatorio naturale è dentro di noi e scorre nel nostro sangue” ergo più incrementiamo la vascolarizzazione, prima riusciremo a risolvere la maggior parte delle problematiche.

Oltre alla salute ci sono anche altre esigenze e benefici derivanti dal benessere: La tonicità, un fisico definito, un cuore più performante e un aumento  notevole della resistenza. Tutto questo si può possedere con un pizzico di volontà, un percorso ben definito e programmato ( stagioni, micro-cicli, macro-cicli, ciclizzazioni alternate di pliometria e ipertrofia ) in base alle proprie caratteristiche corporee.

Sintetizzando con l’allenamento in sala pesi restano ben pochi motivi per omettere dall’equazione del nostro corpo la parola ” Benessere in Movimento “.